DEFINIZIONE DI CURE INFERMIERISTICHE OLISTICHE COMPLEMENTARI

 

Le cure  complementari sono cure olistiche e naturali che possono essere utilmente affiancate alle cure ufficiali sia infermieristiche, sia mediche. Esse possono anche essere utilizzate da sole. In ogni caso non vanno proposte dai professionisti sanitari come sostituzione di interventi basati sull’evidenza. Possono essere parte integrante del piano di cura in ambito preventivo, curativo, riabilitativo. Offrono delle risposte che non si fermano alla malattia o all’organo malato, ma a tutti gli effetti possono essere considerate "cure della persona", dove la salute è intesa anche come mantenimento e rinforzo dell’unità che la persona ha con se stessa, capacità e possibilità di rientrare nella sua esistenza (Gadamer, 1994).

Indirizzano e guidano le persone all’autonomia di scelta, alla responsabilizza- zione verso la propria salute e, dove possibile, al cambiamento di stili di vita dis- funzionali. Si focalizzano sugli equilibri organici, esistenziali, relazionali alterati dalla malattia o dal mal-essere.

Il potenziale di auto-guarigione presente in ciascuno viene confermato e sti- molato alleandosi con la prodigiosa capacità della vita di ristabilirsi ed equili- brarsi da sola (Gadamer, 1994).

Il laureato in Infermieristica, proprio per le caratteristiche del modello di cura di riferimento, che pone al centro della relazione terapeutica la persona con i suoi bisogni e le sue potenzialità, si muove in un’ottica di integrazione, utilizzando le risorse della persona per il raggiungimento del benessere per lei possibile.

Le Cure complementari riconoscono come fondamentale la creazione di un ambiente relazionale fra curante e paziente. Oltre a darsi il tempo della parola e dell’ascolto, creano un tempo del gesto e del silenzio. Ciascun approccio può raggiungere un esito terapeutico positivo a seconda del malato, della patologia, del malessere, del terapeuta e del contesto. È da questo insieme di cose che si deter mina la riuscita finale della cura (Mitello, 2001).

Nell’ambito dell’infermieristica sono considerate Cure complementari una serie di interventi, come di seguito elencati, che si avvalgono di saperi ed abilità acquisiti e mantenuti attraverso un percorso formativo specifico, che possono essere proposti in autonomia dall’infermiere in regime libero-professionale e/o di dipendenza come parte integrante del piano di cura.

 

OBIETTIVI DELLE CURE OLISTICHE:

rafforzare il sistema immunitario, ridurre il dolore acuto e cronico, ridurre paura, ansia, stress, nausea, favorire la riabilitazione fisica, emotiva, cognitiva, migliorare la qualità della vita del paziente.

 

Sono parte delle Cure complementari i seguenti interventi: 

La riflessologia olistica;

Il tocco-massaggio;

l’infant massage;

il tocco terapeutico;

l’auricoloterapia;

il metodo Feldenkrais;

Il rebirthing;

Il rolfing;

il training autogeno;

la visualizzazione;

i fiori di Bach;

La tecnica metamorfica;

l’aromaterapia;

La cromoterapia;

La gemmoterapia;

l’oligoterapia;

meditazione;

Educazione all’alimentazione naturale;

Idroterapia,

Impacchi naturali.

 

 

 

Download
APPROFONDIMENTI INF.OLISTICA
34-37-olistica.pdf
Documento Adobe Acrobat 120.0 KB